biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

I commenti più recenti

  • Treno di notte per Lisbona

    Bieri, Peter <1944->

    • 08-12-2021
      Una vita metodica e inserita in binari di routine monotona, viene sconvolta per un gesto altruista: salvare una donna dal suicidio. ed un piccolo foglio nel cappotto della donna, dà il via alla rivoluzione della vita del professor Gregorius. Parte improvvisamente alla ricerca di un medico portoghese, ma soprattutto riscopre se stesso. Con tutte le implicazioni di queste rilevazioni.
  • L'uomo che sussurra ai potenti : trent'anni di potere in Italia tra miserie, splendori e trame mai confessate

    Bisignani, Luigi

    • 08-12-2021
      Sembra di essere di fronte ad un puzzle. Da un lato la storia contemporanea, quella vista sui giornali ed in TV e dall'altro la storia che emerge tra uffici e palazzi del potere dei vicoli e delle piazze di Roma. Ed alcune vicende ritrovano un fiilo conduttore, in altre il filo scompare. Ben documentato. Attendibile? ai posteri l'ardua sentenza
  • Le armi di Isher

    Van Vogt, Alfred Elton

    • 08-12-2021
      Gran classico della Fantascienza
      Ho incontrato Alfred E. Van Vogt la prima volta quasi trent’anni fa e all’epoca rimasi folgorato dal suo stile ed i suoi personaggi. La fantascienza di VV ha un'impronta fortemente positivista: l'innovazione tecnologica, le “macchine”, sono i vettori per elevare l'uomo che ne ha la “conoscenza” ad una sfera più alta, a potenziali inimmaginabili all'uomo comune. La cosa bella è che VV fa risultare quasi ovvio che tale potenziale venga sfruttato per il “bene comune”, e contro la tirannia e l'oppressione. Per me i protagonisti di van Vogt sono dei supereroi alla stregua dei vari Superman e Capitan America nati nei fumetti della stessa epoca, con la differenza che non lottano con i pugni o con le armi: il loro superpotere è l’intelligenza e la conoscenza, la capacità di capire la fisica delle cosa, ma anche e soprattutto la psicologia delle persone e delle società , potendo e prevedere e prevenire le azioni. Robert Hedrock è un grande stratega che vivendo all’ombra di una società decadente e corrotta di un mondo 7000 anni a venire, pur dalla posizione privilegiata dell’unico immortale della terra, sfrutta le conoscenze e la sua superiore intelligenza, per studiare e mettere in atto incessantemente i suoi progetti per tenere in equilibrio i grandi poteri del mondo, l’impero, le grandi imprese e i negozianti di armi, evitando l’accendersi di conflitti nati nell’interesse dei forti ed a discapito dei deboli. Primo libro è propedeutico al secondo per far comprendere al lettore lo le dinamiche sociali e lo scenario del mondo futuro, tanto diverso dal nostro per la presenza di macchine e tecnologie incredibili (almeno per l’epoca dello scrittore) ma tanto simile al ns per i pregiudizi, la corruzione ed il dominio dei poteri forti.
  • Il genio delle donne : breve storia della scienza al femminile

    Odifreddi, Piergiorgio

    • 08-12-2021
      Bruno Umana *tutto meno che facile*
      Mi incuriosiva, e le prime storie, le ho lette con Google sotto mano, per cercare spiegazioni, poi per me è diventato troppo tecnico e l'ho lasciato perdere.
  • Arsenio Lupin, ladro gentiluomo

    Leblanc, Maurice <1864-1941>

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Storie che amo
      Nella mia classifica di personaggi che amo troviamo lui Arsenio Lupin. La motivazione è che il concetto di un giallo posto dal punti di vista del criminale è affascinante, ma non un criminale rozzo e crudele ma un criminale elegante che con astuzia frega tutto e tutti con complessi piani. La scrittura è molto intrinseca e che di certo regala sorprese. Da leggere: 10
  • L'ultima lacrima

    Benni, Stefano <1947- >

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Da leggere
      Scrittura non molto leggera in alcuni casi, ma devo dire che in questi racconti Benni esprime la sua creatività in storie molto belle. Una storia dura una pagine neanche e devo dire fantastica. Da avere assolutamente tra le vostre raccolte di racconti. Il mio voto all'epoca era: 8
  • Storia di una capinera

    Verga, Giovanni <1840-1922>

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Struggente
      Struggente, questa è la parola descrittiva di questo classico mi ha aperto su un mondo "oscuro" quello delle monache in clausura. La storia narra di una giovane donna che cresciuta in un convento, per un certo periodo si trova al di fuori nel mondo dove lei non è abiutuata e che il flusso di emozioni la porta in stati eccessivi di sensi di colpa e di rigetto. il romanzo epistolare è svolto tra la conversazione tra lei ed una sua amica. Il voto che diedi all'epoca quando lo lessi era 9
  • La felicità delle piccole cose

    Vermalle, Caroline

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Bellissimo
      Nella mia top dei libri letti, narra una storia e altre storie in secondo piano che si intrinsecano in un viaggio nella Francia artistica e nei colori impressionisti. Scrittura emozionante e leggera, il voto che diedi all'epoca era 10.
  • I beati anni del castigo

    Jaeggy, Fleur

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Un buon libro
      Un libro corto, leggero non proprio visto il lessico che usa spazia da semplice e molto spesso complesso, giustamente è un Adelphi. Il libro narra la storia di una ragazza e dei suoi anni passati in un collegio femminile, le emozioni di una giovane ragazza intrappolata in delle mura che cerca di aggrapparsi a ciò che offre il contesto. La scrittura per quanto detto in precedenza è ottima. Voto 8.5
  • Kitchen

    Yoshimoto, Banana

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Bellissimo libro
      Un libro che se non erro ha dato nascita ai manga o gli anime. Un libro molto profondo, che tratta due storie diverse. Sul autrice devo dire che ho provato a leggere un altro libro ed era molto pesante per via di un monologo infinito, ed anche qui vi è ma le storie sono molto più interessanti, non è la mia autrice preferita ma questo suo capolavoro merita. Ho provato rileggerlo ma onestamente non mi andava un libro che si è bello da leggere ma che dopo è difficile riprendere in mano visto la profondità delle emozioni negative che sprigiona questo libro, ma anche di positive. Il mio voto all'epoca che lo lessi era 10.
  • Destinatario sconosciuto

    Taylor, Kathrine Kressmann

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Molto bello
      Letto in poche ore, descrive un rapporto epistolare tra due amici di affari , ebreo e tedesco, prima e dopo l'avvento del nazismo. Dura poco ma per quel poco è struggente, un libro da leggere più volte. voto:9.5. Non do dieci perchè dura poco e si rosica per questo, non so se esistono sequel ne dubito.
  • Requiem : un'allucinazione

    Tabucchi, Antonio

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra
      Un libro che narra di viaggi fantasiosi con persone che non esistono più, un libro consigliato, non mi ha fatto impazzire ma è sicuramente un libro da leggere. 8
  • Follia

    McGrath, Patrick <1950- >

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Fantastico libro
      Primo mio romanzo in assoluto, devo dire che l'ho amato molto. Negli anni sono stato sponsor di questo libro tanto che l'ho consigliato ad abbastanza persone. La scrittura è leggere ma emotivamente pesante, non è un libro leggero visto i temi che tratta, ma ti coinvolge molto. Non è il solito libro di amore e cose varie ma tratta di un amore sotto il punto di vista della psicologia di ogni personaggio. Tu qui ne entri come psicologo che esamina la storia dal punto di vista dell'innamorata e dello psicopatico che cresce un cresciendo di situazioni complesse. Consigliato alla grande. Do il voto risalente al epoca che lo lessi : 10
  • Compagno di sbronze

    Bukowski, Charles

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra Buona raccolta
      Parto dal dire che è molto esplicito, per chi gia conosce Bukowski sa. Il testo tratta la comicità più in voga nei testi dell'autore il balck humor. Devo dire che a me è piaciuta molto, all'inizio ero appassionato al modo di scrivere dell'autore forse un po' troppo da valutarloin maniere sbagliata , ma qua sono al post Bukowski. Questa raccolta è una di quelle raccolte da tenere sempre nella proprio libreria, è divertimento, follia, disagio, stranezza e brutalità nello stesso testo. La scrittura scorre come un fiume, non scrive complicato ma in modo tale che esprime le sue radice povere e rudi. Voto 8+
  • La traversata : oltre le porte dell'aldilà

    Labro, Philippe

    • 08-12-2021
      Valerio Mezzopra
      La mia prima biografia in assoluto, dalla collezione di mio padre. Questo testo narra l'esperienza diretta del autore con la morte, narrata tra la linea del mondo e dell'aldilà. Mi ha catturato molto vista il mio interesse verso questi concetti. Da leggere, molti concetti nel mondo moderno delle esperienze pre mortem sono un po un clichè ma qua viene descritte in modo più approfondito. Scrittura leggera e molto intensa. 8