biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Giudici

Camilleri, Andrea <1925-2019>

Einaudi - 2011

Valuta questo titolo
Il giudice Efisio Surra è catapultato da Torino a Montelusa, e con il suo candore e la sua tenacia vince la prima battaglia dell'Italia unita contro la Fratellanza, non ancora "Maffia". Un giudice ragazzina si trova di colpo ridotta in clandestinità, nel bel mezzo di una guerra senza esclusione di colpi, alla fine degli anni Settanta. Un procuratore duella da una vita con il molto spregiudicato sindaco di Novere, e da una vita perde: fino a quando non capisce che il duello non era ad armi pari. Tre grandi scrittori di oggi mettono al centro della loro osservazione la figura, carica di conflitti e tensioni, di chi ha scelto nella vita di amministrare la giustizia, per conto di tutti noi. E si collegano a una tradizione che va da Manzoni a Sciascia, da Dostoevskij a Kafka.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
  • Chi ha letto questo ha letto anche...
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 06/06/2020
      

    Tre professionisti...

    ..che raccontano le vite, le storie di giudici. Persone particolari che studiano per giudicare altre persone. Persone come loro comunque. Come debbono essere questi giudici persone ? Sono descritte tre figure. La prima. Un giudice più ingenuo che eroe che, catapultato da Torino a Montelusa in una Italia appena fatta. Con la sua caparbietà mostra una strada. Ancora sconosciuta allora ma ignorata poi. Poi c'è un poliziotto. Un poliziotto eroe che ci piacerebbe sempre trovare intorno a noi e che non troppo spesso si trova. E c'è anche una donna. La chiamano bambina ma è una donna che riesce a capire di essere in un gioco più grande di lei ma che lei decide di giocarlo a fondo. Fino alla fine. Eppoi l'ultimo. Ottavio. Un uomo ossessionato dalla diligenza. Non dal dovere a mio avviso. Ma dalla diligenza. Un termine non molto usato. O forse si. Quell'affare a cui, in certe occasioni, tutti danno l'assalto.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 17/09/2019   

    il giudice raccontato da tre big

    Geniale, il giudice di Camilleri. La figura del giudice raccontata da tre penne di eccellenza. piaciuto molto, breve e scorrevole, lo consiglio.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento
    10/07/2019
      

    Tre racconti

    Tre racconti di tre autori, Camilleri, Lucarelli e De Cataldo, con protagonista il giudice. E in questo stesso ordine sono da apprezzare. Camilleri, un fuoriclasse, ci presenta un racconto straordinario per trama, ritmo, coerenza e ironia, con riferimenti storici reali a documenti e relazioni. Il suo giudice, realmente esistito, vince (inconsapevolmente) la mafia, trovandosi in situazioni a tratti comiche. Lucarelli ha uno stile piacevole di scrittura, ma la trama si presenta inverosimile e il protagonista appare più un poliziotto-eroe rispetto al giudice-bambina che, a romanzo finito, comprende la portata di un suo fascicolo. Infine, De Cataldo costruisce un personaggio esclusivamente su una insana quanto paranoica voglia di rivalsa nei confronti di un ex compagno di scuola, con una trama piatta. Insomma, il valore al libro lo attribuisce Camilleri
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato