biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Il priorato dell'albero delle arance

Shannon, Samantha

Letteratura per ragazzi - Mondadori Arnoldo - 2019

Valuta questo titolo
La casata di Berethnet ha regnato sul Reginato di Inys per mille anni. Ora però sembra destinata a estinguersi: la regina Sabran Nona non si è ancora sposata, ma per proteggere il reame dovrà dare alla luce una figlia, un'erede. I tempi sono difficili, gli assassini si nascondono nell'ombra e i tagliagole inviati a ucciderla da misteriosi nemici si fanno sempre più vicini. A vegliare segretamente su Sabran c'è però Ead Duryan: non appartiene all'ambiente della corte e, anche se è stata istruita per diventare una perfetta dama di compagnia, è in realtà l'adepta di una società segreta e, grazie ai suoi incantesimi, protegge la sovrana. Ma la magia è ufficialmente proibita a Inys. Al di là dell'Abisso, in Oriente, Tané studia per diventare cavaliere di draghi sin da quando era bambina. Ma ora si trova a dover compiere una scelta che potrebbe cambiare per sempre la sua vita. In tutto ciò, mentre Oriente e Occidente, da tempo divisi, si ostinano a rifiutare un negoziato, le forze del caos si risvegliano dal loro lungo sonno.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento

    Aurora Drago

    Cambia il tuo avatar
    22/06/2022
      

    Uno dei migliori libri fantasy che abbia letto negli ultimi tempi. Difficile poter determinare cosa abbia amto di più: le atmosfere e le ambientazioni, le creature magiche e il concetto di magia, i personaggi, la trama. L'autrice l'ha definita una rivisitazione femminista della storia di San Giorgio contro il Drago, ma tale definizione non solo è riduttiva, ma non rende giustizia all'opus magna che si è andata a creare. Tuttavia, per quanto avvincente e stupenda, alcuni difetti sono notabili, come la narrazione troppo veloce in certi punti per quanto riguarda lo sviluppo di certi personaggi, e questi ultimi che alcune volte non vengono valorizzati e sfruttati al cento per cento, e l'assenza di un cattivo memorabile che, tuttavia, è più che altro identificabile come il classico Signore Oscuro del fantasy: ciò non è un difetto, in quanto è un topos narrativo utilizzato, ma proprio perché tale, meritava più spazio per avere l'impatto da lasciare il segno. Un libro completo di tutto, davvero consigliato per gli amanti e magari anche ai neofiti: non fatevi spaventare dalla sua lunghezza, l'emozione dell'avventura vi saprà ripagare.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato