biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Pier Paolo Pasolini : un dantista eretico

Desideri, Massimo

LuoghInteriori - 2021

Valuta questo titolo
«Dante ha pagato col rischio della condanna all'Inquisizione e alla morte la dirompente libertà del suo pensiero in un'epoca di grave oppressione religiosa e culturale; Pasolini con il proprio assassinio nel 1975, trent'anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale e la caduta del fascismo, durante una fase storica nominalmente democratica. E non solo loro hanno pagato duramente la scelta di dire la verità. La ricerca della libertà di espressione e di libera manifestazione del proprio pensiero suscita riserve e ostacoli in ogni tempo. [...] La riflessione di Dante e di Pasolini sulla politica è un patrimonio culturale di cui non possiamo fare a meno. [...] Ed è un fatto l'affinità che Pasolini sentì per Dante, pur così a prima vista lontano dalla sua idea di 'politica': tant'è che il 'dantismo' di Pasolini, letterario e di responsabilità etica dell'intellettuale, non può essere messo in dubbio. [...] Come si vedrà, il dantismo di Pasolini è il più originale e (fedele) di tutto il Novecento, [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
  • Forse ti può interessare